Tu sei qui

blog

Tacan`sina dalla depurazione dell'acqua alla purga culturale.

Vogliamo segnalarvi un nuovo arrivo in Italia di uno sciamano di plastica.
Proviene dalla Germania e prima di inventarsi "sciamano" faceva le analisi della qualità dell'acqua. 
Takansina o Grande orso come vuole farsi chiamare in realtà si chiama Jürgen-Michael Kohfink nato a Langenau. Si proclama appartente alla tribù dei Mandan. 

Caso Weinstein fa scalpore ma delle donne Native nessuno parla

Mentre il "caso Weinstein" ha fatto molto scalpore e ha avuto una grande risonanza mediatica i casi molto più frequenti e atroci delle donne Native stuprate e/o scomparse non ha la stessa attenzione. 
Le donne Native che hanno il coraggio di denunciare lo stupro molto spesso vengono umiliate una seconda volta dalla polizia che incolpa loro: "avevi la gonna troppo corta, te la sei cercata...."
Nel Saskatchewan in Canada una ragazzina nativa di soli dodici anni è stata violentata a turno da due camionisti. Sono stati entrambi assolti dalla giuria.

Caso Weinstein fa scalpore ma delle donne Native nessuno parla

Mentre il "caso Weinstein" ha fatto molto scalpore e ha avuto una grande risonanza mediatica i casi molto più frequenti e atroci delle donne Native stuprate e/o scomparse non ha la stessa attenzione. 
Le donne Native che hanno il coraggio di denunciare lo stupro molto spesso vengono umiliate una seconda volta dalla polizia che incolpa loro: "avevi la gonna troppo corta, te la sei cercata...."
Nel Saskatchewan in Canada una ragazzina nativa di soli dodici anni è stata violentata a turno da due camionisti. Sono stati entrambi assolti dalla giuria.

Sciamani di plastica e frodi new age

Negli ultimi tempi ci siamo occupati degli "sciamani di plastica" passati in Italia. 
Gli articoli che abbiamo pubblicati non servono solamente per la difesa dei Nativi Americani e la loro cultura ma anche per difendere l'ignaro spettatore.
Questi cosiddetti "sciamani" non mostrano solo una profonda ignoranza della cultura Nativa, mistificando così il loro pubblico, ma spesso sono veri e propri criminali.
In guardia dovrebbero stare soprattutto le giovani donne perchè nelle ceremonie vengono spesso commessi dei veri abusi sessuali. 

Lettera di Arvol Looking Horse al presidente Obama

Oggi vogliamo riportarvi le parole di Arvol looking Horse rivolte al presidente Obama:

PD Chalifoux - Cree Nation e il suo nuovo film

Petie Danette Chalifoux è una giovanne danzatrice della "hoop dance" che nella sua vita lotta per i diritti delle donne.

Protesta Sioux per fermare l'oleodotto

Sacred Stone, North Dakota:

Il governo di Obama ha approvato silenziosamente il progetto "Dakota Access Pipeline Project (DAPL)" la costruzione dell'oleodotto via terra per trasportare greggio per poi raffinarlo ed esportarlo pronto per il consumo. 

Plastic shaman

A proposito della prossima visita in Italia del signor James Uqualla Havasupai sedicente uomo di medicina. Abbiamo ricevuto dai seguenti organi Nativi Americani:
NAFPS (New age Fraud & Plastic shamans - Frodi new age e sciamani di plastica) che collaborano e/o fanno parte di:
AIM Arizona
AIM Indiana
AIM Support Group of Northern Kentucky/Ohio
MASSAIM
New England AIM
> American Indian Heritage Support Center
CERTAIN
Honor Nation
ICARE
Iron Lodge (Native Prisoners Support Group)
Our Red Earth

Un aiuto per Jerristina

Jerristina è la Nipote di Gilbert P. Douville, membro riconosciuto della “Rosebud Sioux Tribe” appartenente alla nazione Lakota/Sioux.

Storia e tradizioni del Pow wow

La danza ha sempre avuto un ruolo importante nella cultura degli Indiani delle Pianure. Aveva un ruolo importante sia nella vita sociale che nella vita religiosa. Cent’anni fa non esistevano i Pow wow nella forma che conosciamo oggi anche se esistevano le tradizioni della danza dalla quale si sono evoluti i Pow Wow moderni. Queste tradizioni consistevano in raduni estivi durante i quali si svolgevano danze cerimoniali e sociali, danze delle società guerriere per onorare e proteggere i loro membri.

Idle No More

tradotto da alessandra maugeri

Lo scorso 10 dicembre in tutto il Canada si sono mobilitate migliaia di persone  sotto lo slogan Idle No More (Non saremo più inattivi) per protestare contro gli effetti delle politiche governative, esistenti e ventilate, sulle popolazioni native canadesi.